mercoledì, novembre 05, 2008

un personaggio famoso

qualche mese fa ho conosciuto un personaggio famoso che era stato ospite di una trasmissione televisiva. mi trovavo per caso fuori dagli studi dell'emittente, e quando e' uscito l'ho salutato e abbiamo un po' parlato. il fatto e' che non somigliava per niente a quel personaggio famoso che era. fisicamente, intendo. era alto, magro, molto normale, un po' anonimo. comunque ci siamo fatti quattro chiacchiere e poi ognuno e' andato per la sua strada. dopo qualche giorno, alla tv ho visto un presentatore che annunciava, molto emozionato, di avere come ospite gianni morandi, ed e' arrivato invece sempre quello che avevo incontrato in corso sempione. ancora un'altra volta, sempre alla tv, ho visto uno special sulla vita di al pacino, e in tutte le foto c'era sempre quello che ho incontrato fuori dagli studi della rai. e altre volte era stato carlo d'inghilterra, diana spencer, umberto smaila, eros ramazzotti, carla bruni eccetera. sempre lui. questo individuo alto, magro e anonimo. (giuro. giuro che a chi ci trova una metafora gli sparo in fronte. con un fucile a pompa. metaforicamente. rivalutiamo il significato letterale. eccheccazzo!)

Etichette:

21 Comments:

Blogger Kaishe said...

Ops... dunque eri tu!!!

Va bene... mi hai scoperta.

Ho più identità... ma tanto, quando si vive su una palla sospesa nello spazio, si può tutto, vero???

Allora, buongiorno caro!

05 novembre, 2008 09:23  
Blogger astrosio said...

tutto, ecco. buongiorno cara, aurea, kaishe!

05 novembre, 2008 09:27  
Anonymous un depresso pg said...

senti questa mattina mi sono svegliato depresso con la supponenza e la voglia di essere famoso.
quindi ti sarei grato se volessi aiutarmi nel mio proposito magari mettendo una ndpg nel tuo post di oggi, guarda non ho preferenze, puoi metterla dove vuoi tu, o puoi anche non metterla o puoi mandarmi dei soldi meglio se tanti, ma anche pochi, o anche se non mi mandi nulla. del resto non ho ancora letto il tuo post e non so se parla o meno di uno famoso che hai incontrato fuori dagli studi dell'emittente.

05 novembre, 2008 10:50  
Blogger astrosio said...

pg, se ti puo' aiutare, non so. che dire. nel senso che mi piaceva esordire con "se ti puo' aiutare". e credo di aver fatto il mio dovere. cosi', aggratis.

05 novembre, 2008 11:43  
Anonymous Rocco Loturzo said...

Piggì,
vengo tosto in tuo aiuto
proponendo la tua signiorile persona ad alfiere della supponenza e della famosità di questo blog, e di tutti i blogghi ad esso in qualsivogliachemmodo collegati (anche di 3° livello).

In più la metafora si nasconde dove meno te l'haspetti, tipo che la mattina ti alzi fai colazzione, ti siedi sul cesso e... paffete esce fuori dal rotolo di cartiggienica e ti stupiscie laddove tu ancora sei tipo al primo caffè e non la puoi capire.

05 novembre, 2008 11:46  
Blogger astrosio said...

rocco, le tue parole sono pregne. illuminano. il rotolo metaforico e' un grande simbolo. direi quasi religioso. ecco.

05 novembre, 2008 11:49  
Blogger elisabetta said...

in effetti stamattina il mio rotolo di carta igienica ha sputato una di quelle metafore che guarda..guarda..non avete idea..

05 novembre, 2008 11:55  
Anonymous Rocco loturzo said...

si.. ehmmm..
sono ancora al primo caffè...
mo me ne faccio uno e capisco.

ma posso assicurarti che, a questo punto (poichè mi è piaciuto citare l'affermazione posso assicurarti che), inviando tutti un rotolo metaforico a Piggì, faremmmogli cosa gradita ed incrementeremmo il suo status di affascinante supponenza e dieci piani di famosità!

05 novembre, 2008 11:55  
Blogger astrosio said...

c'erto che cuesti rotoli di carta iggienica non parlano bene l'itagliano.

05 novembre, 2008 12:16  
Anonymous rocco loturzo said...

ma comunque nascondeno virtù e conoscienza..

guai...GUAAII
ad igniorare le loro sapienti pillole di saggiezza!!

05 novembre, 2008 12:29  
Anonymous Anonimo said...

sono d'accordo.
tieni duro (letteralmente: è molto sconcio) fino alla fine e cosa ti attende nelle ultime tre pagine? una lunga metafora sui cancelletti condominiali.

(i miei neri esultano,
un candido pugliese urla "ma i meticci sono i cani!", nasce la rissa, alzo la voce pure io e mi si accavallano due nervi del collo, occheccazzo ne so qualcuno mi lancia un coltello invisibile alla gola, sta di fatto deglutisco con dolore.
ahia.

cugina consolabile

05 novembre, 2008 17:18  
Anonymous Anonimo said...

cugino, per la trippa, mi porto dietro un minipimer o premastichi tu?
no è che il minipimer temo disturbi il maestro..
vabbè lo azionerò a tempo di musica. ecco.

05 novembre, 2008 17:39  
Blogger astrosio said...

cugina, per il vediamo di coordinare gli sforzi, ecco. tipo il minpimer a ritmo. come dicevi tu. ecco.

05 novembre, 2008 17:53  
Anonymous Anonimo said...

giuro che pensavo a nient'altro che alla trippa, al minipimer braun e alla musica del maestro.
letteralmente. lo giuro.

05 novembre, 2008 18:30  
Blogger astrosio said...

EWWIWA IL SIGNIFICATO LETTERALE! (e la sua corrispondente figura retorica.) ecco.

05 novembre, 2008 18:33  
Anonymous Anonimo said...

non solo le metafore, ma pure
quelle immagini ricorrenti che vorrebbero significare dio solo sa cosa (tipo il cacao nel cappuccino che innervosisce oltremodo il protagonista dei cancelletti...HO CAPITOOOOOO
cosa cazzo mi e ti ripeti a fare.
va bene, sei un figo perchè ci hai la nevrosi del cacao nel cappuccino e pure quella (stucchevolissima)
di dover tirare in ballo ogni tot
pagine il cacao nel cappuccino.
cheppalle...

05 novembre, 2008 18:47  
Anonymous Anonimo said...

ehm. scusate lo sfogo e le eventuali metafore. ecco.

buona serata a tutti.

05 novembre, 2008 18:48  
Blogger astrosio said...

ecco. e sfogo gradito. cribbio. bellissimo sfogo. ecco.

05 novembre, 2008 18:51  
Anonymous Anonimo said...

porco!

05 novembre, 2008 18:53  
Anonymous Anonimo said...

no, così, non si sa mai...

05 novembre, 2008 18:53  
Blogger astrosio said...

BUAHAHA!!! sulla (s)fiducia.

05 novembre, 2008 18:55  

Posta un commento

Links to this post:

Crea un link

<< Home